Home arrow Polisportiva

Polisportiva

Questa sezione è dedicata alle attività della Polisportiva OR.PA.S.

La Polisportiva è attiva in diverse discipline sportive: calcio, maschile e femminile, ma anche basket, judo, danza.

Qui troverete le notizie e gli avvisi che riguardano le attività della Polisportiva OR.PA.S. 



2004 Giallo: Sconfitta in emergenza PDF Stampa E-mail
Orpas 2004 giallo
lunedì 16 febbraio 2015

Caratterialmente troppo fragili.

 

A tre giornate dalle fine del campionato inizia piuttosto nettamente a delinearsi quella che, con tutta probabilità, sarà la graduatoria finale del girone A del campionati CSI Under 11. Infatti, dopo la disputa dell’ultima giornata di campionato e dei recuperi della 10°, mentre la lotta per il primo posto sembra essere destinata a risolversi con la partita che si disputerà domenica prossima tra S.Carlo Casoretto e Oscar, a meno di sorprese la lotta per il 4°posto dovrebbe invece essersi chiusa ieri con la netta vittoria per 5 - 0 del Kolbe proprio contro la nostra formazione.

Ancora una volta ci sciogliamo come neve al sole davanti ad un avversario che scende in campo fin da subito con la giusta grinta e mentalità. Nulla sarebbe probabilmente cambiato se anche avessimo avuto la possibilità di affrontare la sfida senza il susseguirsi di assenze dell’ultimo e del penultimo minuto alle quali abbiamo dovuto far fronte e che hanno costretto lo staff tecnico a schierare una formazione obbligata e probabilmente troppo leggera sia fisicamente che mentalmente per ribaltare una partita divenuta ancor più difficile di quanto già lo fosse dopo neanche un paio di secondi dal suo avvio. Allucinante il primo gol subito (e quel che maggiormente preoccupa è che non è la prima volta che capita): fischio d’inizio, scambio tra i due giocatori gialloblu a metà campo e tiro in porta che s’insacca a fil di palo sotto gli occhi esterrefatti di tutti. Lo smarrimento negli occhi dei leoncini gialloverdi la dice già lunga su come finirà la giornata: l’impossibilità di schierare capitan Serra nell’usuale ruolo di centrocampista davanti alla difesa agevola ancor di più un avversario abituato a tirare in porta da qualunque posizione ed appena ne ha l’opportunità. L’estrema impostazione difensiva dell’incontro ed il susseguirsi di errori in fase d’impostazione, c’impedisce di ripartire e di far arrivare palloni giocabili al reparto avanzato. Alla fine diventa un gioco da ragazzi per il Kolbe raddoppiare (e non solo). Non sembra esserci proprio niente che faccia scuotere e risvegliare oggi i nostri leoncini. Da un mix di nostri errori ed indecisioni scaturiscono tutti i gol avversari. Le timide e sparute apparizioni in area avversaria si concludono tutte con un nulla di fatto e fortunatamente l’avversario, una volta raggiunto un margine tranquillizzante, non spinge più di tanto sull’acceleratore. Siamo in ritardo su ogni pallone, perdiamo tutti i contrasti, non riusciamo a stoppare decentemente e giocare un pallone che sia uno e quelle poche volte che ci riesce e che riusciamo a far arrivare palla a Luca è fin troppo facile per la difesa avversaria  circondarlo ed impedirgli qualunque conclusione.

Un mezzo disastro, con poche scusanti a nostro carico: come spesso ci accade invece di aggredire ci lasciamo aggredire (sia dagli avversari che dai problemi), la verità è che probabilmente la maggior parte dei nostri ragazzi è ancora troppo caratterialmente fragile e anche chi non lo è non riesce a trascinare gli altri. Ci lasciamo soverchiare dagli accadimenti e non riusciamo a reagire anche alle più piccole difficoltà.

Un encomio particolare a capitan Serra inventatosi portiere per sopperire alle assenze di Nicola e Samuele e che, tanto per cambiare, non sfigura nemmeno in questo ruolo. Le uniche altre note positive della giornata si esauriscono con Ludovico, unico vero baluardo difensivo che va in affanno solo quando viene sopraffatto dalla stanchezza. Tra luci è ombre la prestazione di Matteo R., costretto tutta la partita a giocare solo in difesa ed al quale, sinceramente, a parte la distrazione sul quarto gol subito, non potevamo chiedere di più di quello che ha fatto (ricordiamoci che stiamo parlando pur sempre e comunque di un ragazzo che anagraficamente ha un anno in meno rispetto ai compagni di squadra ed alla maggior parte degli avversari che incontra). Disciplinata la prestazione di Gabriel mentre un po’ troppo timida rispetto a quello che siamo abituati a vedere quella di Ricky; nel suo caso, probabilmente, ha inciso oltremodo la necessità di curare di più la fase difensiva rispetto a quella offensiva. Non giudicabile e privo dell’usuale consistenza il lavoro sulle fasce di Matteo C., Andrea e Matteo L. (rinforzo dell’ultimo minuto senza il quale ci saremmo presentati in otto) così come quello di Luca, troppo solo in mezzo alla difesa avversaria e troppo spesso vittima inconsapevole della sua eccessiva voglia di rientrare per cercare di essere utile anche in fase difensiva.

Adesso un week end di pausa per festeggiare senza pensieri il carnevale e poi rush finale con le ultime tre partite di un campionato iniziato in mezzo a mille difficoltà e che, se avessimo affrontato con un po’ più di quella stessa sfrontatezza mancata anche ieri, probabilmente, sarebbe potuto finire con qualche soddisfazione in più.

 

 
2004 Giallo: In..Diavol..Ati PDF Stampa E-mail
Orpas 2004 giallo
martedì 10 febbraio 2015

Seconda vittoria consecutiva: la pazienza e il lavoro cominciano a dare i loro frutti.

 

A seguito della nevicata di giovedì e della conseguente decisione del CSI di sospendere tutte le attività calcistiche del week end, la 10° giornata di campionato del girone A vede disputarsi solo due incontri, quello tra S.Spirito ed Oscar (vinto da questi ultimi per 3 - 1) ed il nostro in casa dei Diavoli Rossi.

Grazie alla disponibilità ed all’impegno della società ospitante che nell’arco della mattinata di sabato riesce a liberare il campo dalla neve, riusciamo a disputare la gara che ci vede contrapposti ad una diretta concorrente per la corsa al 4° posto nella classifica del girone.

Anche questa volta coach Carlo decide di portare all’appuntamento il maggior numero di ragazzi disponibili: scelta che risulterà vincente contro una formazione ridotta ai minimi termini e con le rotazioni limitate.

 

Neanche il tempo di far comparire la doppia cifra dei secondi sul cronometro della gara che Andrea ribadisce in rete con un morbido tocco che spiazza il portiere avversario un magnifico assist dalla destra di Matteo S. intercettato e smorzato da Luca sui piedi del compagno d’attacco.

Gli avversari restano annichiliti e ci mettono un po’ per capire esattamente cosa sia successo. Nel frattempo i nostri leoncini ruggiscono come non mai e le occasioni per raddoppiare si susseguono anche se purtroppo senza molta fortuna (traversa piena di Luca e parecchi tiri di pochissimo fuori dallo specchio della porta). Prima che finisca la prima frazione di gioco, dopo una bella parata di Samu su un pericoloso calcio di punizione diretto in porta dei padroni di casa, il raddoppio è cosa fatta: sempre da un invitante pallone proveniente dalla fascia destra, Matteo C. trova l’impatto giusto con la palla e con un colpo di tesata a scavalcare non lascia scampo all’incolpevole portiere bianco rosso.

Il secondo tempo scorre via senza troppe difficoltà: Ludovico e capitan Serra sono insuperabili per l’attacco avversario e spesso, dopo aver recuperato la palla, fanno seguire pericolose incursioni nella difesa avversaria. Il centrocampo regge bene, la difesa non va mai in affanno e l’attacco è sempre pericoloso. Prima il gol di Aziz e poi la prima rete dei Diavoli Rossi fissa il risultato prima dell’inizio del terzo tempo sul 3 - 1 per i colori giallo verdi.

Anche se le alternative a disposizione di Carlo non mancano, un paio di piccoli problemi sorti nel corso del match, privano la squadra di una importante alternativa sulle fasce. Il gioco ne risente soprattutto nell’ultima frazione di gioco quando, dopo aver allungato sul 4 - 1 con splendido gol di Luca (ancora una volta ben assistito da Matteo S.), complice un po’ il freddo (provvidenziali le coperte in pile messe a disposizione dei ragazzi in panchina da parte dei genitori), un po’ la stanchezza, un po’ forse la convinzione che la partita sia già con il risultato in cassaforte, portano i nostri ragazzi a subire eccessivamente gli ultimi disperati tentativi degli avversari di riagguantare un improbabile pareggio. Fortunatamente sia Samu che Nicola sono molto attenti sui tiri avversari e non si lasciano mai sorprendere. Solo sull’ultima azione avversaria subiamo il gol del definitivo 4 – 2 a seguito di una nostra leggerezza difensiva: ma ci sta, la partita ormai volge al termine e nulla può più accadere.

Seconda vittoria consecutiva dunque e, quel che più conta in termini di classifica finale, risultato e scontro diretto ribaltati a nostro favore.

Sul piano del gioco notiamo un importante passo in avanti di tutta la squadra: come detto tutti i ragazzi impegnati si sono distinti più che egregiamente ed hanno tutti portato il loro contributo per il successo finale. Ottima prestazione di gruppo culminata, come ha avuto modo di dire il coach negli spogliatoi ai ragazzi al termine dell’incontro, con un primo tempo giocato benissimo, con intensità e senza nemmeno una minima sbavatura. Da sottolineare, come già detto, le prestazioni di Ludovico, capitan Serra e Matteo S. senza dimenticare l’instancabile lavoro sulle fasce di Matteo C., le puntuali chiusure difensive di Stefano, la sicurezza tra i pali di Nicola (reduce dalla partita del giorno prima con i 2003 Giallo) e Samuele ed il lavoro in attacco di Luca.

 

Domenica, prima della settimana di carnevale, ci aspetta un ulteriore scontro diretto contro quel Kolbe che era riuscita a superarci nella gara d’andata solo di misura e che, a questo punto, classifica e calendario alla mano, resta l’ultimo vero ostacolo da affrontare nella corsa per il 4° posto finale.

 
2004 Giallo: Vittoria thriller. PDF Stampa E-mail
Orpas 2004 giallo
lunedì 02 febbraio 2015

I nostri obiettivi.

img-20150201-wa0001.jpg

Dopo la lunga sosta invernale/natalizia, finalmente nel week end appena trascorso è ripreso il campionato con la disputa della seconda giornata del girone di ritorno. Purtroppo, questa volta, non riusciamo ancora a darvi un quadro completo dei risultati dagli altri campi: per il momento sappiamo solo che lo scontro al vertice tra S.Carlo Casoretto e S.Spirito si è concluso con un sonoro 9 - 3 per gli ospiti.

Per quanto riguarda invece i colori giallo verdi, finalmente, dopo le ultime pigre e deludenti prestazioni di dicembre sia in campionato che in coppa, riusciamo, seppur forse con qualche affanno di troppo, a centrare la maggior parte degli obiettivi che lo staff tecnico si era prefissato per questa ripresa di campionato.

Complice anche un avversario sicuramente migliorato sotto diversi aspetti rispetto alla gara di andata, abbiamo assistito ad una gara emozionante che si è risolta a nostro favore solo nei minuti finali grazie soprattutto alla freddezza dei nostri leoncini ed alla sapiente gestione delle risorse da parte dell’allenatore. Pur non sottovalutandolo, sapevamo in partenza che l’impegno sarebbe stato ampiamente alla nostra portata: proprio per questo motivo si è voluta sfruttare l’occasione propizia per portare il maggior numero di ragazzi possibile dando ampia possibilità di giocare soprattutto a chi, fino ad oggi, complici infortuni e indisponibilità varie, aveva giocato meno o che, in prospettiva futura, probabilmente avrà meno tempo ed occasioni per esprimersi. E’ vero, probabilmente ci siamo un po’ complicati la vita e la partita si sarebbe potuta chiudere prima ma con i se e con i ma non si va da nessuna parte, e considerando sempre che le logiche di GRUPPO vanno sempre rispettate, nel percorso di crescita sia dei singoli che proprio del gruppo, occasioni come questa non vanno mai lasciate scappare.

Detto ciò, passando alla cronaca di quanto avvenuto, abbiamo potuto constatare una rinnovata volontà dei ragazzi di impegnarsi il più possibile e di non mollare davvero mai anche quando, avanti di due reti, ci siamo visti rimontare dagli avversari. La gara inizia subito abbastanza bene: trascorsi i primi minuti in cui, onestamente, lasciamo un po’ troppa iniziativa ai padroni di casa, riusciamo a passare in vantaggio con il terzo gol in altrettante partite disputate da Luca. Di li a poco un azione più in stile rugbistico che calcistico si conclude con il raddoppio da parte di capitan Serra. Il secondo tempo si apre con una conclusione “a palombella” degli avversari che a molti dei presenti da' l’impressione del gol: fortunatamente non è così ma non trascorre molto tempo che i bianco verdi riescono ad accorciare le distanze. La partita si fa più intensa e un veniale fallo di mano in area dei padroni di casa viene punito dall’arbitro con un calcio di rigore a nostro favore. Si presenta sul dischetto Ricky (al rientro in campionato dopo un lungo stop) il quale, con una bella conclusione a mezz’altezza, non spreca l’occasione di riallungare le distanze. Gli Anni Verdi, com’è giusto che sia, non ci stanno e riescono piuttosto rapidamente ad accorciare nuovamente le distanze. Prima della fine della seconda frazione di gioco, però, dopo una serie di molteplici occasioni che i nostri ragazzi decidono di gettare letteralmente alle ortiche, su una conclusione a rete di Aldo ribattuta dalla retroguardia avversaria, Andrea è il più lesto di tutti ad avventarsi sulla palla ed a concludere a rete. Andiamo così all’ultimo riposo in vantaggio per 4 - 2 ma l’illusione che la vittoria sia ormai cosa fatta dura pochissimo: anche se la maggior parte dei protagonisti è diversa rispetto ad inizio partita, l’atteggiamento invece è purtroppo lo stesso: gli avversari prendono coraggio e riescono rapidamente a riportare in parità l’incontro. Un po’ di timore comincia a serpeggiare sugli spalti cosa però che, fortunatamente, non accade ai protagonisti in campo. Il turnover di coach Passeri da' i suoi frutti e seppur tremando per la doppia occasione capitata sui piedi degli attaccanti bianco verdi di portarsi in vantaggio (che per ben due volte consecutive s’infrange su pali e traversa della porta difesa da Samu), riusciamo a risolvere definitivamente la partita a nostro favore grazie ad una bella azione corale che con tre passaggi permette a Matteo C. di trovarsi nelle condizioni migliori per realizzare il gol del definitivo 5 - 4 finale.

Purtroppo, ne siamo tutti consapevoli, il campionato ha preso da tempo una piega tale per cui è impossibile competere per la vittoria finale, di sicuro, però, questa vittoria ci voleva: forse più per l’ambiente intorno a noi che per i ragazzi stessi i quali, fortunatamente, metabolizzano vittorie e sconfitte molto più rapidamente e positivamente di quanto lo facciamo noi adulti, e che fin dai primi giorni di ripresa degli allenamenti, hanno subito dimostrato impegno e voglia di lavorare per migliorare sia come atleti ma soprattutto come persone.

Ricordiamoci tutti che, spesso, nel nostro contesto, un gesto o un atteggiamento positivo sia dei singoli che del gruppo valgono molto più di una partita o di un campionato vinto.

Quindi, seppur onorando sempre l’impegno, cercando di arrivare il più in alto possibile ed impegnandosi sempre fino in fondo per dare il meglio di noi stessi, le restanti partite che resteranno da qui al termine del campionato invernale saranno disputate con l’obiettivo primario di migliorare sia nel gioco collettivo che in quello individuale con la prospettiva di affrontare con obiettivi diversi (e magari più ambiziosi) il campionato primaverile che verrà.

 
ARRIVA IL NATALE GIALLOVERDE PDF Stampa E-mail
Generale
lunedì 08 dicembre 2014

download.jpgSiete pronti per festeggiare il NATALE GIALLOVERDE?

L'appuntamento è fissato
DOMENICA 14 DICEMBRE ALLE ORE 17.30 IN ORATORIO
panettone e cioccolata calda per tutti, un po' di spettacolo e l'estrazione della grande lotteria Orpas di Natale.

Ma non solo SABATO 13 e DOMENICA 14 torna il mercatino gialloverde con mille idee per il vostro Natale Orpas



Passate parola!

 
2004 Giallo: A corrente alternata. PDF Stampa E-mail
Orpas 2004 giallo
martedì 02 dicembre 2014

20141130_001.jpg

 

Parole d’ordine: ATTEGGIAMENTO e PAZIENZA.

Con la disputa della prime giornata di ritorno nell’ultimo week-end di novembre si è conclusa la fase 2014 del campionato invernale UNDER 11 CSI che vede la nostra formazione collocarsi al 6°posto (a 2 punti di distanza dai Diavoli Rossi e 5 dal Kolbe) di una classifica generale letteralmente dominata dalla triade S.Carlo Casoretto-S.Spirito-Oscar tutte appaiate a quota 21.

Nelle ultime due uscite, proprio contro due delle tre protagoniste sopra citate, i nostri ragazzi hanno alternato una prestazione decisamente sopra le righe ad un’altra a dir poco apatica.

Se infatti 7 giorni prima contro un S.Carlo Casoretto che si presentava all’impegno forte del primo attacco (48 reti realizzate in 6 partite) e della seconda difesa (solo 16 subite) del girone abbiamo assaporato fino a pochi minuti dalla fine la gioia di poter festeggiare un risultato positivo, ieri la gara è stata in discussione solo nei minuti iniziali dell’incontro: poi il baratro tecnico-agonistico più profondo. E’ sembrato di assistere a due partite giocate da due squadre completamente agli antipodi: la prima fatta tutta di coraggio, agonismo, grinta, voglia di dimostrare che tutta quella differenza di punti in classifica proprio non ci stava mentre la seconda passiva, fiacca, affrontata dalla maggior parte dei protagonisti in campo con l’atteggiamento pigro e svogliato e di chi scende in campo già battuto e rassegnato.

Possiamo pensare che le condizioni ambientali abbiano influito (il nuovo campo sintetico, effettivamente, quando piove, è piuttosto scivoloso e rende difficile fare anche le cose più semplici) ma quel che più ha fatto arrabbiare, lo ripetiamo, è l’atteggiamento. Pronti via e uno svarione in fase d’interdizione ci costa subito caro: andiamo sotto ma reagiamo e sulla ribattuta del palo del tiro di Matteo S., Andrea è lesto a coordinarsi ed a trafiggere il portiere avversario. Sono passati solo 5 minuti dall’inizio dell’incontro e le premesse, malgrado il tempaccio, per una partita gradevole e divertente ci sono tutte; peccato che, da quel momento, per i nostri colori la luce si spenga e non si riaccenda più, lasciando spazio solo ad un imbarazzante monologo gialloblu. Gli errori difensivi si susseguono (ben 6 dei 9 gol che alla fine segneranno gli ospiti scaturiscono da disattenzioni o sbagli della nostra retroguardia) ed è solo grazie ad un rigore concesso per una veniale spinta in area subita da Luca e trasformato da lui stesso che riusciamo a segnare l’unico altro gol di giornata.

E’ sinceramente disarmante assistere ad una prestazione del genere soprattutto dopo che la maggior parte dei protagonisti scesi in campo ieri avevano, una settimana prima, disputato una partita al termine della quale le recriminazioni per un risultato “di prestigio” erano state tante. Una partita che come dicevamo era stata giocata con un piglio completamente diverso, che a 5 minuti dalla fine vedeva il risultato ancora in bilico grazie ai gol di Luca (al rientro, dopo più di due mesi di riposo forzato) e di Matteo C. ma soprattutto ad un atteggiamento di squadra mai remissivo che alla fine, seppur sconfitti, ci ha visto uscire dal campo a testa altissima e con l’illusione di aver trovato, finalmente, il giusto "equilibrio" emozionale e caratteriale.

Ora ci aspettano una decina di giorni prima dell’ultimo impegno di questo 2014 (la gara di 1°turno di Coppa CSI contro il S.Luigi Villapizzone): un periodo nel quale si dovranno affrontare tre allenamenti durante i quali i nostri aspiranti leoni dovranno lavorare duro, attenti e concentrati per cercare di migliorarsi e di superare quelle paure e quelle insicurezze che la domenica li fanno scendere in campo con le gambe molli e che li fanno essere l’ombra di loro stessi rispetto a quanto di buono fanno durante la settimana.

Qualcuno questo cammino l’ha già intrapreso da tempo e deve migliorare magari “solo” sotto l’aspetto “tecnico” o della “disciplina tattica”, qualcun’altro non ancora e tanti invece a corrente alternata: ma fa tutto parte del gioco, della maturazione individuale di ognuno di noi e di un gruppo che 18 mesi fa non esisteva; senza avere fretta, con pazienza e con continuità.

Con l’ATTEGGIAMENTO giusto, ma con tempo e....... PAZIENZA! Quella cosa che seve sempre ma che spesso, in tanti, dimentichiamo di usare.

I risultati arriveranno, ma non devono diventare un ossessione e queste esperienze devono servire per migliorare, tutti e tutti insieme, da vera squadra.
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Pross. > Fine >>

Risultati 19 - 27 di 463