Home arrow Polisportiva

Polisportiva

Questa sezione è dedicata alle attività della Polisportiva OR.PA.S.

La Polisportiva è attiva in diverse discipline sportive: calcio, maschile e femminile, ma anche basket, judo, danza.

Qui troverete le notizie e gli avvisi che riguardano le attività della Polisportiva OR.PA.S. 



Ringraziamenti Kenya 2014 PDF Stampa E-mail
Judo Palestra
martedì 11 febbraio 2014
Buongiorno a tutti,
di ritorno dal mio viaggio volevo rendervi partecipi di alcune considerazioni e ringraziamenti.
Leggi tutto...
 
2004 Giallo: Vittoria di gruppo PDF Stampa E-mail
Orpas 2004 giallo
lunedì 03 febbraio 2014

Chi ben ricomincia….

puzzle.jpg

Dopo la vittoria pre-natalizia per 4 - 2 nel recupero della prima giornata d’andata contro il S.Carlo Milano, alla ripresa del campionato i nostri leoncini rispondono presente con una prova di carattere che permette loro di superare l’ARCA Milano sul difficile campo di Via del Cardellino.

La grande disponibilità, sia umana che di spazi, della società ospitante ci permette di evitare un ulteriore rinvio per il maltempo e di approntare un campo "alternativo", seduta stante, che permetta di disputare una partita di calcio invece che una lotta nel fango del campo reso paludoso dall’ennesimo acquazzone di questi giorni.

L’incontro inizia subito nel migliore dei modi per i nostri colori: sugli sviluppi di un calcio d’angolo battuto male dagli avversari la nostra ripartenza è impeccabile ed implacabile; con un preciso passaggio riusciamo a lanciare in contropiede Luca che resistendo al ritorno dei difensori avversari segna il gol del vantaggio gialloverde. Il vantaggio resisterà per quasi tutta la durata di un primo tempo caratterizzato da una convincente superiorità dei nostri colori; ma proprio nel finale gli avversari riescono a trovare il pareggio. Anche questa volta paghiamo carissimo uno dei pochi errori che commettiamo causa l’eccessiva foga e la scarsa lucidità con la quale ci riversiamo in blocco in attacco alla ricerca del secondo gol; bravi dunque gli avversari a coglierci di sorpresa ed a ripagarci con la stessa moneta con la quale eravamo riusciti a passare in vantaggio. Da un passaggio sbagliato e da un errata copertura difensiva s’innesca il contropiede blu-arancio che permette al loro attaccante di ritrovarsi da solo a tu per tu con il nostro portiere il quale nulla può sul tiro a botta sicura che si spegne in fondo al sacco.

Grazie anche a quel poco d’esperienza maturata in questi mesi trascorsi, a differenza di quanto accaduto nella gara del girone d’andata, siamo bravi a non perdere la testa ed a rimanere concentrati sulla partita. Le scelte relative alla gestione del gruppo da parte di Michele & Matteo si rivelano azzeccate: Aziz, entrato in campo al posto di Luca, dopo aver mancato una ghiotta occasione per riportarci in vantaggio non sbaglia ne la seconda, più difficile, e nemmeno la terza. All’inizio del terzo tempo, in vantaggio di due reti, sembra proprio che la gara non abbia più storia: riusciamo a gestire bene il doppio vantaggio fino a cinque minuti dalla fine della partita quando l’ennesima rimessa laterale calciata dagli avversari direttamente in porta finisce beffardamente addosso al nostro portiere che non trattiene. Rinfrancati dal gol i padroni di casa provano in tutti i modi a pareggiare l’incontro: la pressione è notevole e facciamo fatica a uscire dalla nostra metà campo ma teniamo bene e lasciamo solo un paio di occasioni agli avversari che difesa e portiere riescono a sventare senza troppi affanni.

Finisce dunque con una vittoria per 3 - 2 su di un campo difficile, dove fino ad oggi solo il Precotto era riuscito a vincere, e che rinfranca il morale permettendoci di proseguire nel nostro lavoro con maggiore fiducia.

Bene tutta la squadra in tutti i reparti ed in tutte le fasi del gioco: ottimo Samuele, sempre più una sicurezza tra i pali ed attento, a parte nell’occasione del gol del 2 - 3 (ma ci sta), a non farsi mai sorprendere; il gioco sulle fasce (prima con Matteo C. e Gabriel e poi con Andrea e Matteo L.) comincia ad essere una valida ulteriore alternativa al gioco visto fino ad oggi; Ricky in mezzo al campo si conferma una sicurezza così come Ludovico e Matteo S., a parte nell’occasione dell’1-1 (ma anche qui ci sta), nelle coperture difensive, bene anche Stefano bravo negli anticipi ed ad allentare la pressione avversaria sulla difesa.

Adesso sotto con il Fortes in Fide domenica alle 16:30 sul terreno amico del Cannarella Stadium per proseguire, ci auguriamo, la striscia positiva di vittorie consecutive.

 
Il Natale Gialloverde si avvicina! PDF Stampa E-mail
Generale
sabato 07 dicembre 2013

natale_orpas_2013.jpgSiete pronti per festeggiare il NATALE GIALLOVERDE?

L'appuntamento è fissato
DOMENICA 14 DICEMBRE ALLE ORE 17.30 IN ORATORIO
panettone e cioccolata calda per tutti, un po' di spettacolo e l'estrazione della grande lotteria Orpas di Natale.

Ma non solo SABATO 13 e DOMENICA 14 torna il mercatino gialloverde con mille idee per il vostro Natale Orpas



Passate parola!

 
2004 Giallo: S.Carlo 2 – ORPAS 1...... PDF Stampa E-mail
Orpas 2004 giallo
lunedì 02 dicembre 2013

 orpas_nel_cuore.jpg  .....Pensieri e parole dei protagonisti.

“Perché tu che dovresti aiutarci e tutelarci quando stiamo giocando, che dovresti “punirci” quando facciamo qualcosa di sbagliato fischiando e spiegandoci perché quello che abbiamo appena fatto non è giusto che si faccia hai lasciato che per tutta la partita ci mettessimo le mani addosso sgomitando e spingendoci senza dire niente?

Perché quando qualcuno di noi ti ha detto “Arbitro ma è fallo!” tu gli hai risposto “Sì hai ragione, ma fa niente e pensa a giocare”?

Perché hai voluto fare il protagonista in campo fischiando una volta ogni tanto e rischiando di farci fare male? Guarda la mia maglietta: dal tanto che l’hanno tirata a momenti si rompeva!

Perché prima della partita non hai voluto chiamarci tu per nome, come succede di solito, e hai voluto che lo facesse il nostro dirigente? E’ bello sentirsi dei veri giocatori e fare le cose che fanno loro e anche se magari sbagli a pronunciare qualche nome, chi se ne importa!

Perché ti sei comportato così?

Anche se non siamo ancora abituati a farlo, è stato bello giocare con le porte dei grandi perché quelle piccole erano rotte: ma perché non ce lo hai detto qualche giorno prima così magari ci allenavamo a farlo?

Perché hai fatto arrabbiare sia gli allenatori della tua squadra che il nostro dirigente?

Noi siamo ancora bambini e abbiamo bisogno che voi grandi ci insegnate le cose giuste da fare! Tutte le settimane i nostri allenatori ci dicono che a calcio, come nella vita, non si devono mai mettere le mani addosso agli altri: perché tu invece hai lasciato che accadesse?

Anche l’anno scorso e quello prima ancora qualcuno ha fatto come te: ma allora, avete ragione tu e loro o i nostri allenatori?

Sono confuso, non so più a chi e a cosa credere! Io voglio solo divertirmi con i miei compagni e amici e così non mi diverto più perché se ogni volta che gioco una partita le regole cambiano non so più cosa devo fare! Ci hanno detto che questo è l’ultimo anno in cui giochiamo solo per divertirci, che non importa chi vince e chi perde, che dobbiamo imparare a giocare a calcio, con educazione, divertendoci e rispettando tutti: allora perché ti sei comportato così, come se stessi arbitrando una partita di serie A?

Perché hai lasciato che uno dei nostri compagni si facesse male e sei rimasto lì a guardare e ad aspettare che arrivassero il nostro dirigente e i nostri allenatori e non ti sei preoccupato di andare a vedere se aveva bisogno di aiuto? Noi ci siamo spaventati tanto, lo sai!

Arbitro, capisci, noi vogliamo solo giocare e divertirci, senza rischiare di farci male, lasciacela questa gioia! Perché hai lasciato che accadesse tutto ciò? Perché?”

……… adesso, arbitro, diccelo tu cosa dobbiamo rispondergli!!!!!
 
2004 Giallo: …e alla fine l’avversario s’Ar(r)ese per 3 a 1. PDF Stampa E-mail
Orpas 2004 giallo
domenica 24 novembre 2013

gso_arese.jpg

Dopo avere assistito domenica in quel di Precotto alla terza sconfitta consecutiva di questo campionato (obiettivamente la squadra A di Precotto non è, attualmente, assolutamente alla portata ne di nessuna delle squadre del nostro girone ne tantomeno della nostra) concretizzatasi con un 7 – 0 per la squadra di casa che lascia poco spazio a qualunque commento di sorta, in settimana avremmo dovuto recuperare la gara contro il Fortes in Fide invece, le avverse condizioni meteorologiche che hanno trasformato il terreno di gioco dell’oratorio S. Luigi Gonzaga in una piscina, ci hanno costretti all’ennesimo rinvio. Ma non tutti i mali vengono per nuocere così, agli ordini di Michele & Matteo, il gruppo ha potuto lavorare appieno con il neo coordinatore tecnico Carlo e preparare al meglio l’ultima gara di calendario del girone di andata che ci avrebbe visto impegnati contro il Don Bosco Arese.

E per quel che si è visto in questo grigio e freddissimo pomeriggio di fine novembre, probabilmente il lavoro impostato e svolto nel corso di questa prima settimana dell’"era Passeri”  ha già dato i primi frutti.  Una mano, a dire il vero, ce l’ha data anche la sorte contrapponendoci un avversario che, se da un lato s’è dimostrato mai domo, dall’altro era tutto fuorché impossibile da battere; bravi però questa volta i nostri leoncini a non perdere mai la concentrazione ed a non sprecare tutte le occasioni da gol capitate sui loro piedi.

Anche se le premesse non sono le migliori (veniamo avvertiti all’ultimo che non si giocherà sul meraviglioso campo in sintetico dell’oratorio ma sull’appesantito antistante campo in “erba” - e per i nostri “leoncini da sintetico” non è certo un’ottima notizia -) l’atteggiamento e la grinta con cui scendiamo in campo ci permette di far volgere subito a nostro favore le sorti dell’incontro. Già nel corso del primo tempo, infatti, un potente tiro di Luca si ferma solo in fondo al sacco della rete avversaria con quest'ultimi che, tranne in una occasione dove, un provvidenziale intervento in scivolata di Ludovico (a portiere battuto) nega la gioia del gol ai padroni di casa, non si rivelano mai un grosso pericolo per il nostro estremo difensore Samuele. Anche il secondo tempo si apre sulla falsa riga del primo: la partita si gioca molto a centrocampo dove, il lavoro svolto prima dalla coppia Matteo C. e Andrea e poi da quella formata da Matteo R. e Matteo L., con in mezzo il “faro” Riccardo, ci permette di mantenere il controllo della gara senza troppe difficoltà. Le coperture difensive di Matteo S. sono perfette e, alla fine, la perseveranza è premiata con il raddoppio firmato da Ricky ma frutto del lavoro corale di tutta la squadra. Sembra che tutto si metta per il meglio quando, a pochi minuti dalla fine di un interminabile secondo tempo (quasi venti giri di lancetta dell’orologio a causa delle interruzioni dovute a lacci slegati e infortuni) arriva il gol del Don Bosco che riapre la partita.

I biancorossi però non riescono proprio a trovare il bandolo della matassa e la sapiente gestione degli uomini da parte di Michele & Matteo ci consente di mascherare le nostre ancora ampie lacune tecniche. Solo Nicola, ancora un po’ appannato rispetto ai suoi standard, e soprattutto Luigi e Gabriel, ancora poco abituati a determinate situazioni di gioco, paiono un po’ insicuri ma l’attento turnover gialloverde permette di non finire praticamente mai in affanno venendo oltretutto premiato con la terza segnatura (che porta ancora una volta la firma di Ricky) e con un susseguirsi di altre occasioni che, complici la mancanza d’esperienza e di freddezza, l’eccessiva precipitazione ed il terreno di gioco non ci permettono di arrotondare ulteriormente il risultato finale. Prima del fischio finale c’è ancora il tempo per assistere all’ennesimo ultimo disperato tentativo avversario di realizzazione ma, ancora una volta, Samuele dice di no agli attaccanti aresini con una doppia parata degna dei migliori portieri di serie A.

Dunque, dopo un’infilata di tre sconfitte consecutive, arriva una vittoria frutto del lavoro da parte di tutti e del carattere con cui siamo stati capaci di affrontare l’impegno; ottimi i segnali di ripresa generale ed i progressi da parte di tutta la squadra preludio, speriamo, di una ritrovata continuità di gioco e di risultati.

Sotto quindi con un’altra settimana di “duro” lavoro per migliorare quegli aspetti tecnici e caratteriali che ancora ci limitano nel nostro potenziale e che ci porterà al penultimo impegno dell’annata 2013, a casa del S. Carlo Milano, prima della meritata pausa natalizia.
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Pross. > Fine >>

Risultati 55 - 63 di 470